Ti sarà inviata una password tramite email.

MC-77

Un nome, una storia. Anzi, molte storie insieme. MC anzitutto sta a indicare un binomio personale: quello tra Matteo (Pomposini) e Cecilia (Scisciani), uniti nella vita e nella passione per la pinta artigianale, tanto da voler lanciarsi, corrente l’anno 2013, nell’avventura di produrne anche per professione. Poi quelle due lettere, MC, intese come sigla automobilistica, fissano le coordinate geografiche della provincia di Macerata: perché è qui che si è stabilito il sito di brassaggio; esattamente a Serrapetrona (in frazione Caccamo sul Lago), a Serrapetrona, comune di 1000 abitanti, nota soprattutto per la sua Vernaccia Nera, vitigno da cui nasce uno spumante rosso, insignito nel 2004 (primo nella propria regione) del titolo di Docg. Infine c’è quel 77: e qui l’allusione è di tipo stradale; rappresentando il codice numerico con cui si identifica la Statale della Val di Chienti, che percorre il territorio di cui stiamo parlando, collegandolo con l’appennino da un lato e con la costa adriatica dall’altro. Ecco, tutto questo in quattro battute di tastiera (cinque considerando il tratto d’unione): un battesimo tanto “essenziale” nella mole alfabetica, quanto destinato a rivelarsi fortunato nel porre il sigillo su una gamma tipologica davvero ampia, sia in senso numerico, sia sul piano dei riferimenti tipologici. Matteo e Cecilia, al timone di un impianto da 5 ettolitri in sala cottura (su ciclo singolo) e da 600 come media annua, si rivelano abili a cimentarsi con praticamente qualsiasi “tema” stilistico, firmando birre ad alta fermentazione, ma senza precludersi incursioni nella bassa; e spaziando tra repertori che includono, ad esempio, il belga, il britannico e lo statunitense.

 

Info e contatti

 

Via Enrico Mattei, 4
Località Caccamo, Serrapetrona (Macerata)
0733-1998080
info@mc-77.com
www.mc-77.com

Le birre del birrificio MC-77 degustate: