Ti sarà inviata una password tramite email.

Andrea Camaschella

Il fusto da birra: dalla botte ai contenitori usa e getta

Quando mi siedo al bancone di un pub, dopo aver letto le birre disponibili alla spina, ne scelgo una e poi me la gusto. Di solito senza farmi tante domande. Ma a volte può capitare di chiedersi cosa succede esattamente, ovvero qual è il processo che ...

Duchesse de Saint Martin di Birra Mastino

La Duchesse de Saint Martin è una fruit sour ale nata da una base di malto pils e frumento, cui si aggiunge del mosto di uva fragola con tanto di bucce (e quind...

Botta e risposta: James Watt del birrificio Brewdog

Dal 2007, anno di nascita di Brewdog, i punk della birra hanno stupito il mercato con prodotti di carattere ed una comunicazione agguerrita. Abbiamo intervistato James Watt, vulcanico fondatore del birrificio scozzese, per scoprire qualcosa di più su...

Schwarz del Birrificio Elvo

Nel bicchiere si presenta scura, quasi nera, con schiuma chiara, compatta e persistente. L’esame olfattivo evidenzia subito il carattere dei malti tostati, e, i...

Il ritorno della Thomas Hardy’s Ale

Il mito della Thomas Hardy’s Ale è di nuovo tra noi. Dopo tanti travagli, come l’araba fenice, è risorta dalle sue ceneri. Nacque in Inghilterra nel 1967 ma vide la luce solo nel 1968, nel Dorset, più precisamente a Dorchester nel birrificio Eldridge...
article placeholder

Matrimoni birrari, ecco il cioccolato per birra firmato Baladin

Birra e cioccolato sono, per chi bazzica un po’ il nostro ambiente, un abbinamento abbastanza classico. Solitamente si cercano birre con malti scuri, tostati, che donino delle note di cacao. Birre quali Porter o Stout, meglio ancora se un po’ alcolic...

Brusca del birrificio Birrone

La Pils della maison, la summa stilistica del BirrOne. L’aspetto è classico per una Pils: giallo paglierino, limpida, sormontata da una schiuma fine, persistent...

Pub Revolution: in Italia crescono le birrerie indipendenti

Com’è cambiato il mio modo di vivere un pub. Me ne accorgo ogni volta che varco la soglia di un locale. Ai tempi delle prime uscite, con gli amici, mi sceglievo un posto qualsiasi, magari che mi permettesse di osservare la sala, ma senza preoccuparmi...

La spillatura perfetta

Ci ho messo un po’ a capire, nel mio girovagare per pub, il motivo per cui una birra, la stessa birra, cambiasse così tanto da un posto all’altro. Alcune volte ...
article placeholder

Triple del birrificio Maltus Faber

La birra simbolo del birrificio, ricetta azzeccata da subito, rappresenta una bella interpretazione, decisamente attuale, dello stile belga. Il colore dorato carico, velato, si nasconde sotto un bel cappello di schiuma pannosa. Il fenolico del lievit...
article placeholder

Blonde del birrificio Maltus Faber

Il colore è dorato, velato, la schiuma compatta, fine e persistente. Sin dal primo approccio svela tutta la sua anima belga: le note speziate si accompagnano ad...

Andrea Camaschella

Si avvicina alle birre scoprendo un malfamato pub in Lomellina, pieno di rarità artigianali. Svuotata la cantina e con la speranza di scovare il Santo Graal inizia a viaggiare in Italia e in Europa, spesso in Belgio e Germania. Il Graal non l’ha ancora trovato, in compenso ha bevuto molte birre e conosciuto molte persone interessanti