Ti sarà inviata una password tramite email.

La Chimay Dorée sbarca finalmente in Italia

chimay doreeLa Chimay Dorée è una di quelle birre che, personalmente, considero il pieno godimento degustativo. Una birra trappista piacevole, dall’alcol contenuto (4,8%), con un bilanciamento perfetto e un finale secco, ma non asciutto, che invoglia a berla di nuovo e di nuovo ancora. Ebbene a breve sarà disponibile anche in Italia, un privilegio più unico che raro, condiviso con l’Inghilterra: “La ricetta e la birra – si legge sul comunicato stampa – sono le stesse di sempre, verrà solamente brassata 4 volte l’anno al posto di una volta l’anno; fino ad oggi, si poteva degustare solo all’Auberge di Poteaupré [il locale di mescita di Chimay, a due passi dal convento] o tramite qualche ufficioso regalo da dipendenti della birreria”.

In Italia sarà disponibile sia in bottiglia da 33cl sia in fusti da 20 litri e solo in pochi locali, una cinquantina in tutto. Una di quelle notizie che meriterebbe di essere gridata ai quattro venti, con altoparlanti sulle macchine, mentre, nello stile di un birrificio trappista, sta passando quasi in silenzio. D’altronde “non trattandosi di un lancio di una nuova birra – afferma Alessandro Bonin (Field Représentative Italy presso SA Bières de Chimay) – visto che la Chimay Dorée esiste da sempre, non sono previsti eventi celebrativi, ma probabilmente un’apertura simultanea dei primi fusti in quei locali che la commercializzeranno, probabilmente verso la fine di aprile”. Inoltre da Chimay tengono a sottolineare che la filosofia del birrificio resta invariata: perpetuare e salvaguardare la tradizione producendo birra (e formaggi) nel rispetto dell’identità, della qualità e dell’ambiente, donando interamente gli utili a opere sociali e di beneficio alla popolazione del territorio della regione. Assieme alla birra sarà messo in commercio anche il formaggio di Chimay, chiamato Doré (Dorato).

Rimaniamo in attesa di conoscere i locali in cui sarà possibile degustare questa session beer… in coppa trappista!

Leggi la storia del birrificio trappista Chimay