Goslar 1826 dei birrifici La Buttiga e Clandestino

Alleanza tosco-emiliana targata La Buttiga (Piacenza) e Piccolo Birrificio Clandestino (Livorno), per un progetto volto a omaggiare le tradizioni tedesche. In particolare quelle sassoni dell’area (poco meno di 200 chilometri di diametro) che abbraccia i centri urbani di Goslar (Bassa Sassonia) e Lipsia (Sassonia); uno scenario in cui, fin dal medioevo, emergere una tipologia, la Gose, caratterizzata da almeno quattro elementi distintivi: l’impiego, in miscela secca, di frumento maltato; il conferimento, in bollitura, di coriandolo in semi; la valorizzazione, nel processo fermentativo, del ruolo di lactobacilli; l’utilizzo, per la confezione del prodotto, delle acque fortemente saline attingibili dalle falde idriche innervanti il bacino dell’omonimo fiume Gose, sulle cui rive sorge la stessa Goslar. La storia dello stile, legata inizialmente proprio a questa cittadina, conosce una svolta nel 1826, quando la non più contrastabile concorrenza operata da più attrezzati impianti di Lipsia induce il borgomastro a imporre ai suoi birrai il blocco della produzione della loro specialità più tipica, a vantaggio di generi brassicoli meno identitari ma più redditizi.

I due birrifici italiani insomma rendono il giusto tributo alle autentiche radici di questa ricetta; aggiungendovi (licenza interpretativa) una manciata di bergamotto in scorze. Ed ecco il risultato. La mescita evidenzia un colore paglierino carico, velato da omogenee sospensioni e sormontato da schiuma vivace; mentre l’arco olfattivo risulta intessuto di temi batterici (panificato da lievito madre e yogurt agli agrumi), delicatamente fruttati (polpe bianche), speziati e rinfrescanti. Un naso che prepara la bevuta: dissetante in virtù di una sinergia acidula e sapida – tesa ad alimentare l’irrorazione, anche salivale, del palato – che esalta la leggerezza del basso grado alcolico (4.5% appena), regalando sorsate generose. Golosamente estiva.

Goslar 1826 dei birrifici La Buttiga e Clandestino


Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Gose
Colore: paglierino
Gradi alcolici: 4,5% vol.
Bicchiere: calice a chiudere, tumbler
Servizio: 8-10 °C