Ti sarà inviata una password tramite email.

12° Czech Keller del Birrone

Quando un birrificio è specchio del proprio titolare e responsabile stesso della produzione. Con il Birrone non si sbaglia: gli sviluppi del marchio seguono l’istinto e le voglie del deus ex machina Simone Dal Cortivo. Il quale, nel caso di specie, dopo un viaggio in Repubblica Ceca, si cimenta con un’esecuzione che è, in sé, un omaggio alle tradizioni boeme: una Keller ammostata in decozione; trattata in caldaia con il pregiato luppolo Saaz; e battezzata 12°, alludendo con ciò al valore, espresso in gradi Plato, della densità zuccherina del mosto prima della fermentazione.

Ne nasce, al momento del servizio, una mescita dal colore paglierino chiaro, innervata da lievi velature, coronata da schiuma bianca di discreta fattura; calando la quale, sale un flusso odoroso tipico e campestre: panificato a breve infornamento, miele chiaro, fiori (acacia, camomilla), prato falciato, tocchi di frutta a pasta bianca (mela), un quid di cremosità lattea che non solo è ammissibile, ma è caratterizzante per il genere di riferimento. Si va così alla bevuta: fluida, grazie al corpo non scarno ma certo non adiposo, alla buona carbonazione, a un andamento morbido che chiude in asciutto, evidenziando la vena amaricante che corre in filigrana, riprendendo i tratti erbacei del naso. Saldo alcolico: 4,8% appena. Per serial drinker…

12° Czech Keller del Birrone

Nazione: Italia
Stile: Kellerbier
Fermentazione: bassa
Colore: paglierino
Gradi alcolici: 4,8% vol.
Temperatura di servizio: 7-9 °C
Bicchiere consigliato: biconico