Ti sarà inviata una password tramite email.

Zona Cesarini del birrificio Toccalmatto

Le sagome di aerei da caccia che si stagliano su un orizzonte dominato dal Sol Levante della bandiera giapponese: potenza dell’immagine, quale miglior verbo simbolico per la Pacific Ipa di Toccalmatto? Zona Cesarini: un’etichetta sempreverde nella gamma, in permanente proliferazione, del marchio di Fidenza (Parma); una birra che identifica davvero come poche altre la cifra del proprio produttore. Brassata con una molteplicità di luppoli, tra i quali risultano il nipponico (appunto) Sorachi Ace, il neozelandese Pacific Gem, lo statunitense Citra e vari altri, si presenta – in mescita – con un accattivante colore dorato carico, ai limiti dell’ambra (aranciate le bordature), dalla lieve velatura e dalla schiuma montante.

Il preludio – l’aspetto della schiuma stessa – a un lussureggiare olfattivo nel quale troviamo tante e tante tonalità, esotiche soprattutto: mango, papaia, ananas e maracuja; limone e pompelmo rosa; un erbaceo cremoso e di densa, eruttivamente fresca, resinosità. E si arriva al contatto fisico: carnoso, intenso, grazie a una sorsata che avanza a grandi falcate (6.6 i gradi alcolici) senza negare niente all’aspettativa tattile di una consistenza all’altezza; e che procede lungo un binario morbido, in partenza, per virare poi, rapido, verso una parabola amaricante fitta di risonanze (di nuovo) balsamiche nel post-deglutizione. Velocista da battaglia: banzai!

Zona Cesarini del birrificio Toccalmatto

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Pacific Ipa
Colore: dorato
Gradi alcolici: 6.6% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C