Ti sarà inviata una password tramite email.

Schwarzer Adler del birrificio Eichhorn

Attività esistente dal 1783 e ancor oggi con un assetto di tipo familiare (dal 1935 la proprietà è nella mani dei Grief), la Brauerei Eichhorn, con sede a Dörfleins (località del comune di Hallstadt, comune bavarese di 8500 abitanti circa nel distretto dell’Alta Franconia), ha cammin facendo modificato il proprio nome, sostituendo con l’attuale il precedente e originario ovvero Schwarzer Adler (l’Aquila Nera in italiano) che è tuttavia rimasto come emblema della casa e anche come referenza in gamma, andando a identificare questa Schwarzbier davvero evocativa. A partire dal colore, un poco sotto la media cromatica della categoria, attestandosi su un bruno scuro, attraversato da accensioni castagna e bordato di schiuma nocciola.

Questa la premessa visiva a un naso che insiste, pur relativamente, meno sulle torrefazioni (caffè, orzo) e più sulle tostature, in specie quelle riconducibili a descrittori quali farina di castagne, caramello bruciato e frutta secca (noce, nocciola), oltre che al non inconsueto (nella letteratura di genere) fungo secco in ammollo. Il disegno aromatico è a sua volta accompagnamento verso una sorsata che ne ripropone i fondamenti olfattivi, innestandone il calco su una bocca decisamente morbida in avvio e poi via via più snella, nella quale la dosata amaricatura si bilancia oculatamente anche con la corporatura medio leggera e con la rinuncia a carbonazioni moleste. Il tutto a un costo alcolico di 5 punti e messo. Carezza in abito scuro.

Schwarzer Adler del birrificio Eichhorn


Nazione: Germania
Fermentazione: bassa
Stile: Schwarzbier
Colore: bruno
Gradi alcolici: 5,5% alc.
Bicchiere: calice a chiudere, biconico
Temperatura di servizio: 9-10 °C