Ploner Pils del birrificio Liquida

 

Tra le prime prove d’autore fornite dal marchio Liquida (Ostellato, Ferrara), la Ploner interpreta il canovaccio della Pils in declinazione Keller; e lo fa con un piglio personale che dà valore, proprio nella sua caratterizzazione, alla nitida consapevolezza del riferimento tipologico.

Colore paglierino carico, aspetto pulito, schiuma bianca rigogliosa e durevole, oltre che fitta: questo il biglietto da visita estetico di una mescita il cui servizio rivela, alle narici, spinta olfattiva – bella la luppolatura da Tettnanger e Saaz – nonché varietà di tematiche, sempre nel rispetto del perimetro fissato dal disciplinare di genere: panificato in prima cottura, miele tratti erbacei e floreali (peonia, lino), spunti speziati (papavero, pepe bianco). Un concerto odoroso che prepara alla bevuta: agile (leggero il corpo, pimpante la bollicina, giusto 5 i gradi alcolici); e incline a distendersi in una corsa palatale – morbida in avvio, quindi snelle e infine asciutta – attraversata da una parabola amaricante tanto incisiva, quanto controllata. Sorso goloso.

Ploner Pils del birrificio Liquida

Nazione: Italia
Fermentazione: bassa
Stile: Pilsner
Colore: paglierino
Gradi alcolici: 5% vol.
Temperatura di servizio: 6-8 °C
Bicchiere consigliato: calice a chiudere