Ti sarà inviata una password tramite email.

Müller del birrificio Busalla

 

Müller ovvero il mugnaio, un richiamo immediato all’attività del brassaggio come ragione di vita, ma anche a un’idea del fare birra che, in questo caso, guarda evidentemente alla Germania e ai suoi archetipi. Stilisticamente – con questa interessante etichetta a bassa fermentazione della scuderia Busalla (Savignone, Genova) – ci collochiamo in una posizione a nostro avviso riconducibile all’area delle Helles Export. Di certo il profilo del prodotto presenta fianchi un poco più larghi rispetto a quelli di una Pils ma non così torniti come quelli di una Helles; e il piglio dell’amaricatura oscilla a propria volta tra questi due ideali poli di riferimento. La ricetta, in miscela malti Pils, Cara Pils e un tocco di Sauer; in luppolatura gettate (da amaro e aroma) di Magnum, Saaz e Saphir.

Da qui una personalità sensoriale che muove da un look tipico per il genere (colore paglierino pieno, aspetto sostanzialmente terso, schiuma bianca di buona proporzione e durata), per marciare velocemente verso la propria espressione olfattiva, essa stessa in linea con il disciplinare: panificato a breve cottura e miele, ventate erbacee, un floreale pulito (peonia) e uno speziato di grande garbo (semi di papavero). Il tutto a premessa di una bevuta spensierata, grazie al corpo di tempra medio-leggera, alla bollicina invitante e alla gradazione light (4.8): fondamentali sui quali poggia un iter palatale morbido in avvio, snello in progressione e asciutto sul traguardo, facendo risaltare qui il picco di una curva amaricante comunque sempre attestata su livelli d’intensità decisamente ben educati. Sorsata socievole, assai.

Müller del birrificio Busalla

Nazione: Italia
Fermentazione: bassa
Stile: Helles Export
Colore: dorato
Gradi alcolici: 4.8% alc.
Bicchiere: biconico
Temperatura di servizio: 8-10 °C