Ti sarà inviata una password tramite email.

Meingose del birrificio BioNoc’

 

Pulita, essenziale, in linea con i dettami del disciplinare di genere. Stiamo parlando della Meingose, ovvero l’interpretazione data, al copione tipologico dello stile (Gose, appunto) che è storicamente bandiera liquida della città di Goslar, da parte di BioNoc’ (Mezzano, Trento). Un’interpretazione che si presenta con le credenziali di un biglietto da visita estetico – colore paglierino, aspetto limpido, bella torretta di schiuma bianca – aderente al look canonico previsto per la categoria; e che prosegue il disegno della propria personalità sensoriale tracciando un arco olfattivo intessuto di panificazioni da lievito madre, setosità lattiche da yogurt magro, agrumature a scorza gialla (limone), altre freschezze fruttate (pesca) ed erbacee.

Si va così alla bevuta, agile e scattante, grazie alla corporatura leggera, alla carbonazione pimpante, al sodalizio che l’acidità (citrica e, di nuovo, lattica) stabilisce con la sapidità (c’è sale dell’Himalaya in bollitura); e che si concretizza in un’energica stimolazione della salivazione. Unite a tutto ciò la morigeratezza dei 5 gradi alcolici e otterrete una pinta che, immaginerete, si rivela ideonea al consumo in qualsiasi momento della giornata.

Meingose del birrificio BioNoc’

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Gose
Colore: paglierino
Gradi alcolici: 5% vol.
Bicchiere: calice a chiudere
Servizio: 8-10 °C