Ipa Fever del birrificio Orso Verde

Nel nuovo corso imboccato dallo storico marchio lombardo OV-Orso Verde, c’imbattiamo, piacevolmente, in questa Ipa Fever, una India Pale Ale in versione American e, nello specifico, in edizione West Coast, con trattamento DDH, double dry hopping. Una piccola bomba di densità organolettiche, il cui potenziale trae vita da una miscela secca a base di malti Pils più Monaco; e da una luppolatura cui concorrono gettate di Idaho 7, Simcoe, Amarillo, Vic Secreti, Citra, Chinook e Mosaic.

Alla mescita, la birra si presenta con un colore dorato pieno, una trama ottica di lieve velatura, un voluminoso copricapo di schiuma bianca di tessitura fitta e apprezzabile tenuta. Schedate le impressioni visive, l’attenzione volge velocemente all’olfatto: che intercetta una sostanziosa e fresca corrente di temi quali panificato dolce a breve cottura (pasta frolla), frutta estiva (pesca, ananas, maracuja), fiori (achillea), agrumi (pompelmo, arancia), resine boschive (pino). Con tali premesse si va alla bevuta: coerente con le percezioni nasali; costruita sui fondamentali di un una corporatura leggera, di una gradazione medio-robusta (6%), di una carbonazione briosa, di una condotta palatale snella in partenza e asciutta in progressione, a sottolineare ala parabola, a salire, delle amaricature che trovano sulla linea d’arrivo il loro punto di massima, peraltro ispirato a grande senso dell’autocontrollo (32 le Ibu). Temperamento e misura: binomio brillante.

Ipa Fever del birrificio Orso Verde

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: American Ipa
Colore: dorato
Gradi Alcolici: 6% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C