Missuja del birrificio Erbanina

Realtà artigianale strettamente legata al proprio territorio d’appartenenza (siamo a Gioia Sannitica, in provincia di Caserta), il marchio Erbanina, firma, con la Missuja (nome ricalcante quello di una strega immortalata dalle leggende locali), un’American Pale Ale onesta e improntata alla facilità di fruizione.

Sul banco d’assaggio, la mescita consegna alla vista una massa liquida dal colore ambrato, di sostanziale pulizia nella trama visiva e guarnita da un apprezzabile cappello di schiuma avorio; mentre il naso coglie profumi dosati, lontani da tentazioni di aggressività: un tocco di pasta frolla, uno di frutta estiva (pesca, mango), uno di agrumi (arancia, pompelmo), uno di resine boschive (pino). Così come l’olfatto, equilibrato intende essere anche l’impianto gustativo: il corpo e il dato alcolico (5.7%) si attestano su valori medio-leggeri, la carbonazione viene tenuta sotto sorveglianza; i residui zuccherini danno vita a un avvio rotondo e a un finale asciutto; la curva amaricante risulta vigilata, benché si tratti dell’unico parametro a concedersi una piccola esuberanza in chiusura. Sorsata gradevole.

Missuja del birrificio Erbanina

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: American Pale Ale
Colore: ambrato
Gradi alcolici: 5.7% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 7-9 °C