Ti sarà inviata una password tramite email.

Birrificio Orso Verde

La città di Busto Arsizio (oltre 80mila abitanti, nella provincia della non distante Varese) vede fin dal 2004 al lavoro il proprio marchio artigianale. Si tratta del birrificio Orso Verde: una realtà partecipe della fase del “consolidamento” del movimento craft italiano nata dall’iniziativa di Cesare Gualdoni, professione originaria odontotecnico, il quale, appassionatosi di birra, si è prima dedicato ad essa amatorialmente, maturando esperienza nella gavetta da homebrewer; per poi decidere di compiere un passo con cui ha impresso alla sua vita una svolta, dedicandosi in toto all’alchimia dei malti e dei luppoli.

Oggi le strutture e l’attività dell’impianto, dopo il trasferimento del 2009, si organizzano attorno a una sala cottura da 10 ettolitri (come capacità su singolo ciclo d’ammostamento), le cui fatiche, su base annua, fruttano volumi mediamente attestati attorno ai 1500 ettolitri. Inizialmente la gamma era composta da quattro birre base: la Chiara, birra ispirata alle helles tedesche di 5,5° alc, l’ambrata Amaranta di 6° alc. che ha subito qualche modifica nel corso degli anni e presenta un bel connubio malto-luppolo, Vertigo, una heller bock complessa di color dorato carico di 7° alc; a cui si aggiunta la Nubia birra scura ispirata alle stout inglese con aggiunta di avena a renderla molto cremosa. A queste nel tempo si affiancano molte stagionali e speciali per una gamma che negli anni è cresciuta creando un assortimento decisamente ampio che accoglie e valorizza spunti tipologici della più variegata provenienza territoriale.

Info e contatti


Via Petrarca 2, 21052 Busto Arsizio (VA)
0331-333984
info@birraorsoverde.com
www.birraorsoverde.com

Dati di produzione

Anno di fondazione: 2004
Produzione annua: 1500hl (2018)
Sala cotte: 10hl
Cantina: 290hl

 

 

Le birre del birrificio Birra Mastino degustate: