Hopfelia del birrificio Foglie d’Erba

Tra le etichette più celebri e fortunate (nell’incontrare il gradimento di pubblico e critica) nella gamma del marchio friulano Foglie d’Erba (Forni di Sopra, Udine), la Hopfelia nasce da un impasto (in acqua delle locali sorgenti dolomitiche) a base di malti Pale, Pils e Crystal. Il mosto risultante viene arricchito, in bitterness e aroma, mediante gettate di luppolo multivarietali: Tettnanger, Mandarina Bavaria, Citra, Chinook, Centennial, Simcoe, Amarillo.

Ne nasce un’American Ipa energica ma non arrogante: colore dorato, velatura dosata, schiuma compatta e coesa; olfatto come te lo aspetti, ovvero colorato di note maltate (biscotto, un lieve caramello), fruttate (pera, melone bianco, uva spina), floreali (tiglio, biancospino). Poi la sorsata: il tenore etilico canta sulla quota dei 6,7 gradi, e la percorrenza è sciolta, la beva veloce, grazie alla carbonazione sorvegliata, al corpo di struttura snella e al buon equilibrio (qui l’alcol aiuta) tra l’ingresso abboccato e la progressione amaricante. Traditrice e lasciva: il mix è micidiale.

Hopfelia del birrificio Foglie d’Erba


Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: American Ipa
Colore: dorato
Gradi alcolici: 6.7% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C