Hop Hill del birrificio Hilltop

Nel novero di una gamma che, di base, è orientata al repertorio britannico nella sua accezione sostanzialmente tradizionale, ecco che il marchio laziale Hilltop non disdegna di inserire in catalogo anche una American Ipa il cui dna (produttivo e sensoriale) a stelle e strisce è espresso con fiera esplicitezza. Nella ricetta di questa Hop Hill rientra, d’altra parte, una triplice luppolatura includente varietà quali Chinook, Simcoe e Citra. Sulla scorta di tali premesse, la mescita consegna (oltre a un vibrate colore dorato, di bella pulizia, dalla ben robusta schiuma) una pinta i cui profumi vanno esattamente nelle direzioni immaginabili. L’olfazione tocca infatti i temi della frutta estiva (ananas, mango, uva spina, pesca), dell’erbaceo, del lieve resinoso (con tratti balsamici), degli agrumi (pompelmo, in specie); e introduce una bevuta agile, scattante, capace di mantenersi in equilibrio fra corporatura snella e pieno controllo (grazie anche ai 6.5 gradi) del tenore amaricante. Da bere a sorsate capienti: astenersi perditempo…

Hop Hill del birrificio Hilltop

 

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: American Ipa
Colore: dorato
Gradi Alcolici: 6.5% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C