Filo di Scozia del birrificio Filodilana

Con la Filodiscozia il marchio piemontese Filodilana (Avigliana, Torino) propone la propria interpretazione del canovaccio stilistico corrispondente alla tipologia ammiraglia tra quelle tradizionali scozzesi. Parliamo, lo si è capito, della Wee Heavy: il cui copione, nel caso di specie, viene declinato secondo una ricetta costruita con ponderazione e attenzione al dettaglio. In ammostamento, condotto in modalità single step a 69 gradi, accanto a una base di Pale, troviamo un quantità di altri malti (Cara Vienna, Melanoidin, Cara Munich III, Special B, Chocolate e una manciata di Peated all’1%) più frumento in fiocchi. In caldaia, si procede con gettate di solo East Kent Golding, esclusivamente in amaro. Quanto alla fermentazione, ci si affida a un selezionato Scottish Ale (in forma liquida), gestito sui 17-18 gradi, con tempi di percorrenza piuttosto lunghi.

Risultato? Una pinta dal colore bruno pieno, attraversato da dosate velature e coronato da una densa bordatura di schiuma beige; dalle maglie della cui tessitura, risalgono aromi caldi e invitanti: calotta di panettone, miele scuro (castagno), un pizzico di torbato e poi frutta sia cotta (mela) sia disidratata (fichi) sia in guscio (nocciole) sia sotto spirito (prugne). Una collezione olfattiva autunno-inverno, insomma, che si ripropone alla bevuta; contribuendo a disegnare una sorsata piena e fluida insieme (corpo medio-robusto, bollicina setosa, gradazione robustamente attestata a quota 7.5%), la cui parabola è scandita da un avvio abboccato, da un centro corsa morbido e da un finale snello-asciutto, di marca piacevolmente bittersweet. Golosa.

Filodiscozia del birrificio Filodilana



Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Scotch Ale
Colore: bruno
Gradi alcolici: 7.5% vol.
Bicchiere: pinta, cardo
Servizio: 10-12 °C