Ti sarà inviata una password tramite email.

Estratto secco e trucchi per una buona bitter

Ciao mi chiamo Edoardo e avevo un altra domanda: ho capito i gr di malto secco che bisogna usare al posto dello zucchero: al posto di un kg di zucchero si aggiungono 1,3 kg di estratto secco; ma la quantità e uguale per tutte le birre? perché vorrei provare una english bitter e una weizen. Uso i malti luppolati della coopers e della mr. malt. L’estratto che uso si chiama light dry malt sempre della coopers. Potresti suggerirmi altri trucchi per la bitter?

 

Risponde Matteo Billia “Billy”

Ciao Edoardo! La quantità di zucchero o di estratto da aggiungere al kit è una dose standard che solitamente si utilizza per prepararlo, ma vedila come una quantità consigliata: nulla ti vieta di aumentare o diminuire le dosi, o ancora utilizzare ingredienti diversi quale potrebbe essere il miele..il bello dell’homebrewing è sperimentare! Per le bitter la parola d’ordine è amaro amaro amaro! 🙂 le vere bitter inglesi difficilmente superavano i 4 gradi alcolici, per cui magari non aggiungere troppo zucchero, tanto meno estratto di malto, che rischierebbe solamente di addolcire la birra. Piuttosto puoi cimentarti nella tecnica del dry hopping, che esaltera le la parte profumata ed erbacea della bitter, avvicinandola alle sorelle inglesi tradizionali!