Estratto secco e trucchi per una buona bitter

Volevo aggiungere malto secco al posto dello zucchero: 1,3 kg di estratto secco invece che 1kg di zucchero; ma la quantità e uguale per tutte le birre? Perché vorrei provare una english bitter e una weizen. Potresti suggerirmi altri trucchi per la bitter?

La quantità di zucchero o di estratto da aggiungere al kit è una dose standard che solitamente si utilizza per prepararlo, ma vedila come una quantità consigliata: nulla ti vieta di aumentare o diminuire le dosi, o ancora utilizzare ingredienti diversi, come il miele. Il bello dell’homebrewing è sperimentare! Per le bitter la parola d’ordine è corpo esile, note calde dei malti e sensazione amaricante avvertibile. Il grado alcolico mantienilo basso: le vere bitter inglesi difficilmente superavano i 4 gradi alcolici, per cui magari non aggiungere troppo zucchero, tanto meno estratto di malto, che rischierebbe solamente di addolcire la birra. Piuttosto puoi cimentarti nella tecnica del late o dry hopping, con luppoli nobili o anche con varietà più moderne che donano leggere note agrumate (evita il tropicale e il resinoso spinto se vuoi rimanere agganciato allo stile).