Ti sarà inviata una password tramite email.

Falsi miti: la pancia da birra

Molte volte durante un aperitivo capita di sentir scartare una bionda, optando magari per un succo di frutta o un vino bianco, in nome di una dieta o per la paura di sentirsi gonfi. E’ innegabile, la birra richiama dall’immaginario comune grandi pance e giri vita chilometrici, mentre una spremuta di arance è sinonimo di benessere e leggerezza. In una società dove il salutismo ci ha insegnato a leggere e comparare informazioni chimico-nutrizionali, tabelle alla mano andiamo a confrontare le calorie delle principali bevande alcoliche ed analcoliche.

La sorpresa è di quelle che ci piacciono! La birra chiara “standard” che il consumatore medio beve solitamente rimane una delle bevande meno caloriche in assoluto. Ovviamente con l’aumentare della gradazione e degli zuccheri residui il problema girovita rimane, e se siamo golosi di birre trappiste e Barley Wine probabilmente assumeremo le calorie di un pranzo di Natale.

Sarà comunque dura estirpare il falso mito della famigerata pancia da bevitore di birra. Negli occhi di chi rifiuta una birra per paura di ingrassare ci sono quegli ormai stereotipati personaggi nordici dall’enorme ventre. Ma è bene ricordare: nessuno diventerà come loro con un consumo privo di abusi e con un’alimentazione corretta! Non solo. Recenti studi scientifici hanno dimostrato come l’assunzione moderata di birra può aiutare la riduzione della massa grassa, producendo un effetto benefico sul metabolismo degli zuccheri.

Il temuto “gonfiamento” che tanto preoccupa dipende principalmente dalla presenza di anidride carbonica. Ma anche qui il problema si presenta soltanto con un consumo smodato soprattutto di quelle birre industriali a basso prezzo gassatissime e buone solo come compressori.

 

Bevanda
KCal in 100 Grammi
Birra chiara tipo Lager33
Succo di frutta56
Spremuta di arance
33
Coca Cola 40
Campari112
Vino70-80
Vino spumante secco
 75
Bellini 52
 Gin Tonic115
Negroni96

 

Ti è piaciuto? Vedi anche: Rivincite birrarie: e se fosse il cervello e non la pancia a crescere?