Si parla italiano alla Quintessence di Bruxelles

Oramai gli eventi birrari, in Italia, non fanno quasi più notizia. Dovesse mai esserci un weekend senza alcunché, ecco, questo sì che farebbe notizia! Diventa anche difficile scegliere a quali eventi andare e alcuni di quelli storici sono decisamente calati come presenze. Pochi di questi hanno raggiunto l’aura di evento mitico ed imperdibile. In Belgio non è così. Gli eventi sono “a misura d’uomo”, nel senso che non si accavallano e che le dimensioni del Belgio facilitano il raggiungere ogni posto. Alcuni di questi eventi richiamano persone da tutto il mondo, come il Bruxellensis, piccolo festival organizzato da Bernard Leboucq e Yvan De Baets (De La Senne), fermatosi alla quarta edizione ma ancora oggi mitizzato, o ancora alle varie Brassin Public di Cantillon, sempre frequentatissime, con gente che attraversa l’oceano per partecipare.

In quest’ottica non si può ignorare la Quintessence Brassicole, evento biennale organizzato, negli anni pari, dal Museo della Gueze, Cantillon appunto. Normalemnte si tratta di un percorso che si snoda all’interno del birrificio, con le birre di Cantillon (e alcuni prodotti alimentari) sugli scudi. Quest’anno sarà un po’ diverso: Cantillon ha invitato anche tre birrifici italiani, Le Baladin, Birra Montegioco e il birrificio Loverbeer e ha chiesto a Slow Food di trovare gli abbinamenti, non solo alle birre italiane, ma anche anche a tutte le fermentazioni spontanee di casa Cantillon. La scelta dei tre birrifici italiani è figlia dei legami di amicizia tra i birrai. Jean e Jean Pierre hanno voluto suggellare questo rapporto e rimarcare l’apprezzamento per la cucina italiana allargando l’evento alle birre italiane.

La Quintessence comincerà venerdì 5 ottobre alle 18 con un’anteprima dedicata agli addetti ai lavori (publican, giornalisti, distributori ecc…) e su prenotazione. Sabato 6 dalle 10 alle 16 l’evento sarà aperto a tutti coloro che avranno prenotato, via e-mail (info@cantillon.be) o tramite telefono (+32 2 521 49 28 o fax +32 2 520 28 91). Per chi non lo sapesse, Cantillon si trova a Bruxelles, in rue Gheude 56.

Tra le chicche segnalo l’anteprima assoluta del lambic di Cantillon maturato in anfore e l’ultimo fusto di Seclé di Montegioco. Molti saranno gli appassionati e addetti al settore presenti, oltre ovviamente all’inossidabile Lorenzo “Kuaska” Dabove, che sicuramente troverete accanto alla Iris, e ai tre birrai nostrani.

Tutte le informazioni sulle birre e i relativi abbinamenti le potete trovare qui.