Sechs Moor Minutes dei birrifici Lambrate e Moor

La strada delle collaborazioni intrapresa da Lambrate porta a fare tappa, stavolta, davanti alla porta di Moor, dopo aver bussato alla quale ed esser stati fatti passare in sala cottura, i milanesi lavorano a quattro mani con il padrone di casa, Justin Hawke, insieme al quale firmano questa Sechs Moor Minutes, che si dichiara, quanto a generalità stilistica, una Double Zwickel.

Onestamente non siamo in grado di vagliare l’ammissibilità di una simile classificazione; di certo l’assaggio, qualche elemento di evocazione dell’area tipologica di riferimento, lo offre e con una certa baldanza. Ma soprattutto, quando il prodotto è, evidentemente e dichiaratamente, frutto della voglia di giocare, le appartenenze ai disciplinari, per noi, importano relativamente. Conta invece che il risultato sia all’altezza; e che induca a pensare di poter berne ancora volentieri.

La Sechs risponde ai requisiti: il colore è dorato e velato, corredato di buona schiuma; l’olfatto si presenta provvisto di tratti giovanili tipici dei modelli d’ispirazione (sentori rustici, acerbezze un poco affilate), di note riferibili a tutto il repertorio Lager ungefiltert (miele, fiori bianchi); ma anche di variazioni sul tema ascrivibili alla mano degli autori (lievissime note fruttate di pesca, mela e ananas, nonché ventate di cedro e limone). La sorsata, poi, corre calda e piena (6 i gradi alcolici), coesa ma senza pesantezze: anzi, di bella beva, segnata da un stacco amaricante deciso e garbato insieme, proseguente, dopo la deglutizione, in allegri svolazzi balsamici. Prosit!

Sechs Moor Minutes dei birrifici Lambrate e Moor

Nazione: Italia e Inghilterra
Stile: Zwickel
Fermentazione: bassa
Colore: dorato
Gradi alcolici: 6% vol.
Temperatura di servizio: 8-10 °C
Bicchiere consigliato: biconico