Scik Pils del birrificio Birra del Borgo

Scik PilsC’e il passo di un noto brano di Pierangelo Bertoli, A muso duro, che affiora ed echeggia spontaneo, durante l’assaggio della Scik Pils; quel frammento di testo che recita: “… con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro”. Parole che fotografano con sorprendente vividezza lo spirito di questa ricetta di Birra del Borgo: un’altra (va detto subito) bella performance, sia per intuizione sia per esecuzione, di Leonardo di Vincenzo e di tutta la crew reatina. Sorta di ponte fra tradizione e innovazione (moda, se preferite: ma quando il trendy è interpretato con stile, ben venga), la Lager in questione rende alquanto difficile presentarla come tale, tanta è la sua densità e la sua varietà sensoriale: “Alla faccia della bassa fermentazione” è stata l’espressione, irrefrenabile, di uno dei compagni di sorseggio. Merito di un’architettura che vede, alla base, l’esercizio di un ammostamento in tripla decozione (scelta di stretta osservanza, in ordine all’ortodossia delle Pilsener boeme); e alla sommità, il sussulto rivendicativo di una libera interpretazione che ha spinto a osare l’impiego di irrituali luppoli americani, Cascade e Centennial, in affiancamento al canonico Saaz, il quale peraltro viene portato oltre i limiti del consueto, applicandolo anche in dry-hopping.

Risultato? Fattasi apprezzare già subito per il suo look (le dorature cariche e velate, la schiuma densa e battagliera), la Scik è però al naso che sorprende e stende: con temi floreali nitidi, freschi guizzi balsamici, affilate agrumature (pompelmo), un erbaceo fragrante, quasi rugiadoso; e pure con lo sfizio impertinente (per una Lager, appunto) di toni fruttati improntati al tropicale. E al palato? La potenza della semplicità: imbocco pacato, con suggestioni di panificazione, e poi la deflagrazione ventosa di un amaricante boschivo, tra timbriche vegetali e pinose. Ah, mancasse qualcosa, il contenuto in glutine sta sotto le 10 ppm: in pratica, è glutenfree: ma cosa si vuole di più, da 4.8 gradi alcolici?

Scik Pils bott
Scik Pils del birrificio Birra del Borgo

Stile: Pilsner
Fermentazione: Bassa
Colore: Dorato
Gradi alcolici: 4.8% vol.
Temperatura di servizio: 6-8°C
Bicchiere consigliato: calice a chiudere