Ti sarà inviata una password tramite email.

Open, la ricetta condivisa di Baladin

logo-openLa Open Baladin è la prima birra artigianale italiana a ricetta aperta. Come per i software open source, il codice madre, in questo caso la ricetta, è condivisa. Tutti quindi possono crearsi la propria Open Baladin. Ma c’è di più, perché tutti gli homebrewer che riterranno di aver creato una buona Open potranno iscriverla al concorso “Una birra per l’estate” che si svolgerà a Piozzo, in provincia di Cuneo, l’11 e 12 luglio 2009.  L’idea di Teo Musso, creatore del progetto Open Baladin, è proprio quella di confrontare le tante e diverse interpretazioni della birra, premiare le migliori, e dar vita ad una nuova versione ufficiale della birra creata proprio con le idee e gli spunti dei partecipanti.

Ricetta Open Baladin

23 litri – OG = 1070 (17,4 Plato)

FG = 1017 (4,3 Plato) Alcool = 7,5%
in volume IBU = 42
Malti:
Kg 6,25          Malto Pilsner
Kg 0,5            Malto Maris Otter§
Kg 0,25          Malto Pale
Luppoli:
Gr. 15            Magnum 12,5% alfa-acidi (90 min.)
Gr. 10            Columbus 12,2% alfa-acidi (45 min.)
Gr. 30            Amarillo 8% alfa-acidi (0 min.)
Gr. 20            Cascade 5,5% alfa-acidi (0 min.)
Gr. 10            Amarillo 8% alfa-acidi (Dry Hopping)
Mash In con acqua a 50°C
48°C per 20 minuti
63°C per 30 minuti
70°C per 30 minuti
Mash Out 78°C
Lievito liquido WYEAST 1056 American Ale.
Temperatura di fermentazione: 20-22°

Al termine della fermentazione effettuare il travaso del mosto, aggiungere Dry Hopping e portare la temperatura della birra a 4 gradi per 15-20 giorni prima di imbottigliare