New Morning del Birrificio del Ducato

Pronunci il nome di un birrificio e immediatamente pensi a tre, quattro prodotti che lo identificano. Un meccanismo chiaramente variabile, in base alle esperienze di chi quel nome lo pronuncia, e che, nel caso di chi scrive, richiama immediatamente la luce sull’etichetta della New Morning, come performance rappresentativa della casa, quando la mente vada a sintonizzarsi sulle “coordinate” del Birrificio del Ducato. Una di quelle interpretazioni di canovacci tipologici classici (della Saison, nel caso specifico) che, in tempi non ancora pienamente maturi, hanno convinto definitivamente circa le potenzialità del movimento artigianale italiano, che hanno convito di come quell’esperienza fosse, davvero, una cosa seria. E allora, entriamo nel merito: brassata con sostanziose aromatizzazioni di matrice agreste e primaverile (fiori di campo tra cui camomilla, coriandolo, pepe verde e zenzero), la ricetta si traduce in un calice dalla ricca tonalità dorata, con un piede in territorio ambrato e succosi riflessi arancio. Quanto ai profumi, il ventaglio è ampio, fresco e prativo: petali bianchi (peonia e sambuco, oltre all’ovvia camomilla), vaniglia e speziature agrumate (quelle in aggiunta diretta), frutta a pasta bianca (pesca), sensazioni erboristiche (rizomi, radici). Queste ultime, soprattutto, sono il trait d’union con la fase di sorseggio: la quale – asciutta, in gradevole bilanciamento dolceacidulo e secca nel finale – appaga il palato (5.8 i gradi alcolici) centrando la sua missione dissetante.

New Morning del Birrificio del Ducato

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Saison
Colore: dorato
Gradi alcolici: 5.8% vol.
Bicchiere: tulipano
Servizio: 7-10 °C