La9 del birrificio l’Olmaia

Negli anni un birrificio, se dotato di un team capace e professionale, migliora come il buon vino (leggete birra). Migliora l’esperienza e la maestria, e così e stato per L’Olmaia. Nel 2010 la loro ambrata, La9 ha raggiunto le vette dell’eccellenza, come conferma anche l’ultima guida di SlowFood, che la consacra una delle migliori birre toscane. Ma La9 non piace solo agli esperti, piace soprattutto al pubblico, senza distinzioni di sesso, età e cultura.

Birra dall’aspetto a dir poco seducente: color rubino brillante e bianco cappello di schiuma cremoso. I profumi sono intensi, freschi, con le note erbacee ed agrumate (mandarino), e suadenti, con le sensazioni caramellate  e biscottate. Un naso che diventa ancora più elegante quando affina almeno 4-5 mesi in bottiglia, dove il luppolo, soprattutto Amarillo, qui dosato in maniera consapevole e non modaiola, si sposa stupendamente con la componente maltata. In bocca è avvolgente, l’evoluzione lineare, lunga, sfocia in un finale amaro piacevolissimo.

Degustata in bottiglia il 20/01/2011

Fermentazione: Alta
Colore: Ambrato
Grado alcolico: 6,5% vol.
Bicchiere: Tulipano svasato
Servizio: 10°C