Ti sarà inviata una password tramite email.

Dunkel del birrificio Altavia

Non manca, in un catalogo dichiaratamente lager lover – sebbene le passioni stilistiche della casa siano anche altre – come quello del marchio Altavia (Sassello, Savona), la doverosa dedica a una tipologia alla quale anche chi scrive è personalmente assai affezionato. Parliamo dello stile Dunkel, che, nella referenza omonima (nessun nome d’arte, solo la semplice indicazione di genere) firmata dal birrificio ligure, trova un’interpretazione quantomeno interessante.

Figlia di una ricetta che include malti Monaco, Pils e Carafa 3 (in proporzioni rispettivamente decrescenti), si presenta, in mescita, con un canonico colore bruno intenso di aspetto pulito, rifinito da accensioni castagna e da schiuma avorio di discreta proporzione. È il biglietto da visita estetico di un naso altrettanto ortodosso: solide basi maltate (biscotto, orzo in tazza, suggestioni di cola e di calotta da dolce infornato), guarnite da spruzzate di erboristico; e tutto ciò, a sua volta, prelude a una sorsata gustolfattivamente coerente con tale tavolozza, oltre che strutturata attorno a una condotta palatale neutro-tostata in avvio, per poi farsi asciutta e infine secca. Temperamento che, unito alla contenuta gradazione (siamo sui 5,5 gradi) ne rende la beva assai facile. Bonaria, compagnona.

Dunkel del birrificio Altavia

Nazione: Italia
Fermentazione: bassa
Stile: Bavarian Dunkel
Colore: bruno
Gradi alcolici: 5.5% alc.
Bicchiere: colonna biconica
Temperatura di servizio: 9-11 °C