Ti sarà inviata una password tramite email.

BitteRino del birrificio Altavia 

Bitter volutamente modernista, quella firmata dal marchio ligure Altavia (Sassello, Savona) contiene, nel nome di battesimo, una dedica affettuosa alla figura romantica di Rino Gaetano; e nel Dna un’inclinazione alle direzioni dettate dalle varietà di luppolo care al mainstream nuovomondista: Willamette (Stati Uniti), Motueka (Nuova Zelanda), ad affiancare il tradizionale Fuggle. All’assaggio, la mescita esibisce un colore dorato carico, attraversato da dosate velature e coronato da un sostanzioso cappello di schiuma bianca. L’arco olfattivo diffonde tematiche fruttate (pesca, uva spina), floreali (biancospino), agrumate (pompelmo) e consapevolmente erbacee (prato falciato). La parabola gustativo-palatale (di tratto leggero: nella corporatura, nella bollicina e nella gradazione inchiodata a quota 4.2) si snoda veloce e flessuosa, scandendo le tappe di un avvio morbido, di una percorrenza snella, di un finale secco e volutamente amaricante. Pinta da bevuta seriale.

BitteRino del birrificio Altavia

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Bitter
Colore: dorato
Gradi alcolici: 4.2% vol.
Bicchiere: pinta
Temperatura di servizio: 9-10 °C