Bière de Garde del birrificio Extraomnes

Robusta, tosta, muscolare, agile, manovriera e incline ad entrare… a piedi uniti. Piace per le sue esuberanze caratteriali, la Bière de Garde firmata Extraomnes: il marchio di Marnate (Varese) fa salire sul ring un peso medio-massimo dalle movenze feline, tanto più pericolose quanto rapide, entrando nel corpo a corpo con un mix di potenza e velocità. Il colore è un bruno intenso, dalle vibrazioni luminose bronzee e dalle bordature di un’accesa lucentezza rubina; il profumo si dispone su una piattaforma ampia, nella quale convivono toni maltati (caramello scuro, toffee, frutta da guscio di varia estrazione), esteri polposi e disidratati (prugna, fichi, uva passa) ma anche in versione sotto spirito (ciliegia e, di nuovo, prugna). Infine, la corsa gustolfattiva esplode in una varietà di direzioni: le stesse già percorse in esplorazione nasale, più quelle (amabili) tracciate da un dosato residuo zuccherino e quelle (amaricanti) disegnate dal mix tra tostature e apporti luppolati. Paradigmatico l’effetto di distrazione sensoriale: l’attenzione – chiamata da più parti – si dimentica del grado alcolico (8.1%), salvo avvertirlo nella discesa sul petto. Troppo tardi: goodbye, baby!

Bière de Garde del birrificio Extraomnes

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: Bière de garde
Colore: ambrata
Gradi alcolici: 8.1% vol.
Bicchiere: baloon
Servizio: 10-12 °C