Raid Beer del birrificio To Øl

Raib Beer etichettaSe l’intenzione era quella di scuotere la platea lanciandole in pasto una Pils cosmopolita e con gli attributi… beh, che dire: bersaglio centrato. Anzi, un altro centro da parte di To Øl, che in questo caso consegna alle pinte di tutto il mondo una bassa fermentazione dal Dna decisamente nuovomondista e dotata di densità sensoriale ben oltre i suoi 5,2 gradi alcolici. Nel genoma rientrano malto d’orzo, fiocchi d’avena, luppoli pacifici à gogo (Simcoe, Citra, Nelson Sauvin e Centennial), per un identikit sensoriale che – dopo aver esibito belle dorature di tonalità piuttosto carica – dà il meglio di sé lungo il percorso delle fasi olfattive. Il ventaglio aromatico è infatti succoso e fresco: mango, papaia, pompelmo rosa; resine e tabacco; molto floreale (bosso, peonia, ginestra); e nello scaldarsi anche solide sensazioni primarie provenienti dai cereali di base, quali miele e pastafrolla. La corsa gustativa? Ben equilibrata, senza eccessi, con la briglia dell’amaricante sempre saldamente in mano, per una bevibilità da antologia.

Raid Beer del birrificio To Øl

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Stile: (Pacific) Pilsner
Fermentazione: Bassa
Colore: Dorato
Gradi alcolici: 5.2% vol.
Temperatura di servizio: 6-8°C
Bicchiere consigliato: calice a chiudere