Rauch me baby del Birrificio del Doge

In una gamma, come quella del Doge (Zero Branco, Treviso), così palesemente percorsa dalla passione per i repertori stilistici tedeschi, non poteva mancare una Rauch. Peraltro, si tratta di un’interpretazione più che interessante, per attinenza e gradevolezza assoluta. Colore bruno intenso, equilibratamente velato e dai riflessi bronzei, incline a formare una fitta (se non tracimante) schiuma beige, la mescita si attesta su latitudini aromatiche sfaccettate: biscotto, un lieve caramello scuro, miele di castagno, nocciola e arachide, suggestioni di corteccia (con annesse balsamicità) e fungo secco, prima di esplodere l’ovvia cartuccia della scamorza affumicata. Coerente con il naso, la bocca è un intreccio di matrice morbido-tostato, quasi abboccato in ingresso (5.6 i gradi alcolici), poi via via più affusolato e amaricante, fino alla chiusura di apprezzabile asciuttezza. Bacio smoked…

Rauch me baby del Birrificio del Doge

Nazione: Italia
Stile: Rauchbier
Fermentazione: bassa
Colore: bruno
Gradi alcolici: 5,6% vol.
Bicchiere: calice a chiudere, bicchiere biconico
Temperatura di servizio: 7-8 °C