Pot Kettle Black del birrificio Yeastie Boys

Brassata avvalendosi degli impianti della Invercargill Brewery (a Invercargill, appunto) e firmata dal client brewer  Yeastie Boys, questa Porter in salsa neozelandese reca, nel proprio Dna sensoriale, i cromosomi gustolfattivi sia dello stile di riferimento, sia del protocollo di luppolatura applicato nella circostanza, di marca precipuamente territoriale. L’aspetto è canonico: colore scuro (ebano) e sostanzialmente impenetrabile, schiuma densa di tonalità cappuccino; l’olfatto, invece, svolazza in direzioni anche inattese: accanto alle torrefazioni (caffè, orzo in tazza, cacao) e ai temi maltati (caramello scuro e mandorla), troviamo un vigoroso vegetale (geranio), una vitale florealità (biancospino) e succose correnti fruttate (cocco, melone, uva spina). Il palato, poi, ci consegna uno svolgimento ugualmente ispirato a tostature morbide, di bella cremosità, dotato di saldi equilibri dolceamari e di una discreta vibrazione alcolica (6 i gradi), nella quale si esprimono i suoi sei gradi. Cesellata, godibile, versatilissima.

Pot Kettle Black del birrificio Yeastie Boys

Nazione: Nuova Zelanda
Fermentazione: alta
Stile: Porter
Colore: scuro
Gradi alcolici: 6% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C