Ti sarà inviata una password tramite email.

Pilsner del birrificio Landwehr

Steinsfeld, piccolo comune bavarese (circa 1200 gli abitanti), un’ottantina di chilometri a est di Norimberga. Qui, dal 1841, nel quartiere di Reichelshofen ha sede il birrificio Landwehr, marchio titolare di una gamma di etichette pienamente ossequiosa verso le tradizioni stilistiche tedesche e franconi in particolare. Un catalogo nel quale il nostro percorso di assaggi si sofferma, in questo caso, di fronte alla Pilsener: una versione ottemperante al canone produttivo e sensoriale della tipologia di riferimento, pur con qualche (lecita) personalizzazione.

Il colore è un dorato classico, tra il pieno e tenue, di diligente pulizia visiva e, alla mescita, di bella espansione schiumosa (bianca, fitta, durevole). Il naso è in linea con il disciplinare: cereale fresco e pane appena cotto, fiori di campo (camomilla, ginestra) ed erba tagliata, una corrente di miele d’acacia che risale, delicata, all’aumentare delle temperatura e per finire impressioni di speziatura (papavero). Ugualmente affidabile si rivela la bocca, che mantiene quanto aveva lasciato intendere stesse promettendo: corpo leggero, alcol alla briglia (4.9 i gradi), carbonazione sorvegliata e uno svolgimento fluido dall’avvio morbido alla chiusura snella (mai asciutta né tantomeno secca), in corrispondenza della quale si avverte la parabola a salire dei contributi amaricanti da luppolo. Gradevole.    

Pilsner del birrificio Landwehr

Nazione: Germania
Fermentazione: bassa
Stile: Pilsner
Colore: dorato
Gradi alcolici: 4.9% vol.
Temperatura di servizio: 6-8 °C
Bicchiere consigliato: calice a chiudere, Pils glass