Fermento Italia: nuovi birrifici e beerfirm

Prosegue senza sosta il bollettino con le pubblicazioni delle nuove aperture, a tutte le latitudini dello Stivale.

Toscana

Cane NeroA Badia Agnano (comune di Bucine, provincia di Arezzo) il marchio agricolo CaneNero; formatosi in seno all’azienda Pichini, coltiva e malta in proprio orzo distico, traendone, per ora, due etichette, entrambe ispirate ad altrettante figure mitologiche etrusche: la chiara da 5.2 gradi Cautha e la bruna da 7 gradi Nethuns, ricalcanti rispettivamente il nome della dea del sole e quello dei dio dei pozzi.

LucensisPassando alle beer firm, la provincia di Lucca vede, a Capannori, i primi passi di Lucensis (lucchese in latino), iniziativa avviata da Giulio Castagnoli e Daniele Del Dotto, segnata da una lampante volontà di identificazione territoriale; tanto che le stesse etichette attualmente in lista riportano nomi ripresi da quelli di personaggi eminenti della storia cittadina: la Witbier Ilaria (Del Carretto), la Apa Elisa (Baciocchi) e la Saison – con miele e farina di castagne – Lucida (Mansi).

Brasseria della FonteAncora Granducato: nel senese, la Val d’Orcia segnala la discesa in campo della Brasseria della Fonte: con base a Pienza (Podere Fonte Bertusi di Sopra) salirà presto (nella primavera 2016) al rango di impianto proprietario; intanto ha posto le basi della gamma, con – anche nel suo caso – due referenze, al momento. Si tratta della American Pale Ale (6% l’alcol) e della Rossa di Pienza, Altbier da 5.2 gradi. Accanto a loro è in cantiere, per l’inverno, la scura Robust Porter, da 5.8 gradi.

AcquaòoretoUmbria

Il brand Acqualoreto ha la sua culla nell’omonima frazione del comune di Baschi (Terni); quattro le birre della casa: la Golden Ale Single (5.5 gradi), la Belgian Strong Golden Ale Bionda (7 gradi),  la Belgian Strong Dark Ale Rossa (7.2 gradi), la Imperial Stout Nera (8 gradi).

Lazio

Birra del PopoloAncora più a sud: a Roma – accompagnato da un’iconografia inconfondibilmente Ex Patto di Varsavia – entra in scena Birra del Popolo, esso stesso dotato di un portafoglio attualmente costituito da due prodotti: la Bionda (una Belgian Ale) e l’Americana (Apa); a breve l’arrivo della terzogenita Tripla (Abbey Tripel).

Molise

birre-del-misteroFerrazzano, in provincia di Campobasso, una delle rievocazioni storiche più tipiche della città capoluogo  – parliamo della Sagra dei Misteri (una sfilata di figuranti, grandi e piccoli, con indosso costumi da santi, angeli e demoni – si condensa nelle Birre del Mistero: linea che, nonostante la declinazione plurale, conta allo stato delle cose un solo prodotto, la San Michele, robusta Belgian Strong Pala Ale da 7 gradi.

Piemonte

StabrauA Bra (Cuneo) ha preso avvio l’avventura di StaBräu, nome che ricorda quello del suo stesso luogo di nascita e, soprattutto, ricalca un’espressione dialettale tipica, traducibile in italiano come Stai bravo. Fondatori e soci, tre amici d’infanzia – Marco Maunero, Mario Bruna e Fabrizio Rochas, accomunati anche dalla gavetta come homebrewers – che hanno per ora in catalogo due etichette: la Pigreco, Kölsch-style da 5.2 gradi; e la Beta, Amber Ale dalla luppolatura poliglotta, con varietà da Usa, Giappone e Germania.