Italia chiama Belgio: Villaggio della Birra 2012

Il Villaggio della Birra è un evento che non ha bisogno di molte presentazioni. Giunto alla settima edizione, ormai rientra di diritto tra gli eventi che un appassionato non può saltare. I motivi? Almeno 75 motivi buoni vengono dalle birre presenti contemporaneamente alla spina, poi ci sono, caso unico in Italia, i birrai belgi presenti dietro al banco a spillare e raccontare la birra, cinque microbirrifici italiani, i laboratori di Kuaska, il concorso homebrewing, la cucina e la griglia a legna sempre accesa, musica live, un mare di appassionati che si ritrova a bere e a divertirsi in un clima rilassato.

Si parte a bomba il venerdì 7 settembre con la serata De Dolle’s Night, dedicata alla mitica brasserie belga De Dolle di Essen, con tre must alla spina di Kris Herteleer: Stout De Dolle 2010, Stille Nacht 2011, Arabier 2012. Di “supporto” alla spina anche la Saison Dupont Dry Hopping 2012, Zinnebier & Taras Boulba di De La Senne, La Mére Vertus (Millevertus), Mad Helene  la saison nata dalla collaborazione tra  St Helene e Toccalmatto, la Valeir Extra di Contreras e la 5 contro 1 del romano Stavio.

Sabato 8 settembre alle 12 si aprono ufficialmente le danze, con 15 stand di birrifici belgi e 5 italiani, più il corner con kriek e oud bruin. Imperdibili i laboratori di degustazione affidati a Kuaska, affiancato da Luigi “Schigi” D’Amelio e quest’anno da Carl Kins giudice internazionale e nostro collaboratore con la rivista Fermento Birra Magazine. Quest’anno ospite anche il prof. Denis de Keukeleire dell’Università di Ghent, the Hop-Professor come lo chiamano in Belgio. Consulente di molti birrifici al Villaggio parlerà del Belgio e dei luppoli la domenica pomeriggio (Prenotazione obbligatoria per i laboratori. Vedi programma)

Il Villaggio si è sempre distinto per una cucina di qualità, con alcuni piatti veramente validi sia della tradizione come i pici all’aglione o classici fiamminghi come la carbonade. La novità, probabilmente dettata da motivi organizzativi, tesa a migliorare la velocità del servizio, è l’annullamento del servizio ristorante interno al pub. Quest’anno tutto sarà acquistabile direttamente nel punto ristoro esterno. Garantiti primi, secondi, taglieri e dolci, oltre all’apprezzata carne realizzata live dai grigliatori del Macello Orlandi di Buonconvento che serviranno a ciclo continuo salsicce, spiedini di maiale, oltre all’insuperabile fegatello nella rete.

Nella giornata di domenica 9, come consuetudine da alcune edizioni, sarà dedicato spazio anche agli homebrewers. Alle 10 inizierà  la cotta pubblica: una “delegazione” dei Birrafondai Romani inizierà un interessante micro-corso (gratuito) con cotta pubblica per tutti i curiosi che si vogliono avvicinare a questo affascinante hobby. Qui il programma. A seguire il concorso aperto a tutti i birrai casalinghi.

 

Info
Villaggio della Birra
Bibbiano, frazione di Buonconvento (Siena) – Presso TNT Pub
Bicchiere in vetro cauzionato da 15cl.
Ogni gettone del valore di 1,50 euro da diritto ad una degustazione (alcune birre richiedono due gettoni).
Programma completa qui
Apertura stand gastronomici e birra ore 12.
www.villaggiodellabirra.com

Birrifici belgi presenti
Boelens Brouwerij di Belsele, Sint Canarus di Gottem, Den Hopperd Brouwerij di Westmeerbeeck, ‘t Hofbrouwerijke di Beerzel, Boecht van den Afgrond, Brasserie de Cazeau di Templeuve, De Glazen Toren Kleinbrouwerij di Erpe-Mere, Hof Ten Dormaal Brouwerij di Tildonk, Porto Barrel Aged Beer, De Ranke Brouwerij di Dottignies, De Leite Brouwerij di Ruddervoorde, Scheldebrouwerij di Meer, Dilewyns Brouwerij di Dendermonde, De Dochter van de Korenaar di Baarle-Hertog, De Ryck Brouwerij di Herzele, Gueuzerie Tilquin di Rebecq-Rognon, Kerkom Brouwerij di St. Truiden.

Birrifici italiani presenti
Birrificio L’Olmaia di S. Albino (SI), Birra Amiata di Arcidosso (GR), Birrificio Bruton S. Cassiano di Moriano (LU), Brewfist Italian Ales di Codogno (LO), Birrificio del Ducato di Roncole Verdi Busseto (PR), Buskers Beer di Roma.