Dream Shake del birrificio Eastside

Nata da una collaborazione tra i ragazzi di Eastside (Latina) e un altro marchio laziale di punta quale Ritual Lab, la Dreamshake incarna il profilo di un’American Ipa declinandolo in direzione West Coast, facendo (tra l’altro) uso di avena maltata e di luppolo Sabro (varietà statunitense dalle intense prerogative aromatiche) in cryo sull’ultimo step del dry-hopping, a integrare precedenti gettate dei connazionali Denali e Mosaic (in whirlpool e in dry- essi stessi).

Ne esce una pinta color oro carico, luminoso nonostante la diffusa velatura e corredato da una sostanziosa testa di schiuma bianca, fitta e tenace; assottigliandosi la quale, si delinea un ventaglio olfattivo fresco e polposo: frutta esotica (uva spina, melone, cocco) e non (pesca tabacchiera), fiori di vario genere (bosso, cotone), ariose balsamicità mentolate. È la premessa a una bevuta scorrevole e resa tale da fondamentali evidentemente ben studiati: corpo di media struttura, bollicine soffici, gradazione (al 6.5%) gestibile e priva di vampe termiche, con la felpatura tipica dell’avena a rendere rotonda una traccia gustativo-palatale (morbida in avvio, snella al giro di boa e asciutta in chiusura) la cui venatura amaricante è tanto nitida quanto fluida ed esente da sgarbatezze. Personalità decisa ed equilibrata insieme: mica poco.

 

Dream Shake del birrificio Eastside 

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile: American Ipa
Colore: dorato
Gradi alcolici: 7% vol.
Bicchiere: pinta
Servizio: 8-10 °C