Ti sarà inviata una password tramite email.

Calypso Berliner Weisse del birrificio Siren

Attingendo alla fortunata e numerosissima serie Calypso Berliner Weisse – linea di etichette che il marchio inglese Siren (Finchampstead, nel Berkshire) consacra allo sviluppo del genere Berliner Weisse, arricchendo di volta in volta i fondamentali sensoriali di base attraverso l’applicazione di un diverso luppolo o mix di luppoli – questa volta mettiamo sotto la nostra lente d’ingrandimento l’edizione corrispondente a una ricetta in cui la hop cultivar che costituisce l’ingrediente cardine porta lo stesso nome, Calypso appunto. Sbrigata la pratica dell’introduzione, andiamo al punto.

Alla vista, il biglietto di presentazione evidenzia un tenue color paglierino, dalla trama velata e dal coronamento in schiuma decisamente copioso, seppure non durevolissimo; ma è un limite facilmente perdonabile: ché la birra è della razza di quelle da farsi bere in tempi più che rapidi. Prima apprezzando un olfatto tagliente a dovere (panificato da lievito madre; yogurt agli agrumi: scorze gialle in specie; mela, pera e pesca ancora lontane dalla maturità; foglie di tè); e poi lasciando il cavo orale farsi allagare da sorsate tanto piene quanto arrembanti, agganciate a un binario di solida acidità lattico-citrica, rese veloci sia dalla corporatura nervosa sia dalla bollicina guizzante sia da un finale secco in cui si esalta l’efficacia rinfrescante dei suoi appena 4 gradi alcolici. Difficilmente resistibile il suo richiamo: più sirena di così…

Calypso Berliner Weisse del birrificio Siren

Nazione: Inghilterra
Fermentazione: alta
Stile: Berliner Weisse
Colore: paglierino
Gradi alcolici: 4% vol.
Bicchiere: tumbler, coppa
Servizio: 6-8 °C