Bruslì del birrificio Mostodolce

Tra le ultime etichette sfornate dal marchio pratese Mostodolce, la Bruslì (dedicata proprio a Bruce Lee, ma con grafia… toscana)) spicca per fragranza e per efficienza nelle prestazioni sensoriali, nel senso della potenza delle espressioni, ma anche del loro autocontrollo, dunque dell’equilibrio. Punto cruciale, trattandosi di una Double Ipa, il cui look (un dorato pieno, di luminosa limpidezza, dalla schiuma ampia e compatta) introduce un’olfazione di forte appagamento; durante la quale si esplora un arco odoroso che – fondato su una luppolatura quadruplice a base di Columbus, Centennial, Simcoe e Citra – include percezioni floreali (biancospino, tiglio), fruttate (melone bianco, uva spina, pesca gialla) e agrumate (cedro). Portata a termine l’aspirazione degli aromi, si va al tuffo nella pinta, per dedicarsi alla sorsata: scattante, ben levigata, inaspettatamente fresca (salvo riservare un’ovvia dilatazione termica a centro petto), ricca di rilasci retronasali (in piena coerenza con le impressioni già direttamente avute alle narici) e tale da mascherare il suoi ben 7.9 gradi alcolici. Innocentemente pericolosa!

Bruslì del birrificio Mostodolce

Nazione: Italia
Fermentazione: alta
Stile:  Imperial Ipa
Colore: dorato
Gradi alcolici: 7.9% vol.
Bicchiere: pinta