Ti sarà inviata una password tramite email.

The Oxford Companion to Beer: un libro da bere

Pochi giorni fa abbiamo recensito l’uscita di un libro molto atteso “The Oxford Companion to Beer”, scritto da un guru della birra come Garrett Oliver, mastro birraio e proprietario di Brooklyn Brewery. Torniamo sull’argomento perché l’uscita del libro è stata festeggiata con una birra, un omologo brassicolo potremmo dire, ovviamente firmata Brooklyn Brewery e chiamata Companion. Una birra che finirà per arricchire la linea Brewmaster’s Reserve di Brooklyn, sviluppata da Oliver assieme ad altri due collaboratori del progetto editoriale: Horst Dornbusch (editore associato e scrittore) e Thomas Kraus-Weyermann (maestro maltatore).

La Companion appartiene all’antico stile dei wheat wine, l’equivalente di un barley wine ma su base di frumento. Non stupisce allora che la birra raggiunga i 10% alcolici e che vi sia un 55% di malto di frumento. Visti i collaboratori non appare strano nemmeno che i malti e il frumento utilizzati facciano parte dei nuovi floor malts sviluppati da uno dei più importanti produttori mondiali, precisamente Weyermann. Proprio questo tipo di malti e di maltazione sono la spina dorsale della Companion. Il floor malting, la pratica per cui i grani vengono fatti germinare adagiati su un “pavimento” in uno strato di circa 15 centimetri di altezza e rimescolati periodicamente (due volte al giorno per tutta la durata dell’operazione), è una tecnica ormai sostituita da altre meno costose e più efficienti in termini di resa e costi, ma che sopravvive in alcune malterie soprattutto in Repubblica Ceca (dove la stessa Weyermann si rifornisce). I particolari materiali utilizzati per i “pavimenti” e la tecnica di asciugamento mediante aria calda forniscono ai malti particolari caratteristiche organolettiche, per lo più riscontrabili in una maggiore pienezza e profondità di sensazioni. Sul proprio sito Brooklyn descrive così la birra: “i floor malts donano un succoso carattere maltato di notevole profondità, il 55% di grano maltato  si traduce invece in una sorprendente leggerezza al palato, mentre il nostro lievito ad alta fermentazione [per la precisione un lieveito per Ale inglese, ndr] regala leggere note fruttate“. Sempre riferendosi alla Companion, Oliver fa notare come in USA da più di cent’anni non fossero disponibili malti di grano floor malted e come tutte le attuali riserve siano ora stipate nei magazzini di una sola birreria… Brooklyn, ovviamente.

Per ora la Companion è disponibile solo on tap, ma pare che per le vacanze natalizie sarà disponibile anche in bottiglia, rifermentata con lieviti di champagne come tutte le altre produzioni speciali di Broolyn. Pare che per l’uscita sia prevista una confezione regalo contenente anche il libro curato da Oliver, The Oxfor Companion to Beer di cui abbiamo parlato. Un regalo bello e buono!