Ti sarà inviata una password tramite email.

Quetsch Watergeus del birrificio Vandenbroek

Villaggio olandese di 2000 abitanti circa, situato nel comune di Oldambt (provincia di Groninga: siamo nel nord-est del Paese), Midwolda è la piazza sulla quale opera il marchio Van Den Broek, realtà familiare dedita, tra l’altro, a sfornare fermentazioni spontanee chiaramente ispirate alla tradizione del Lambic belga, ma interpretate secondo una sensibilità personale. Dal catalogo, ecco qui la Quetsch Watergeus, ricetta nella quale il protocollo esecutivo di una Framboise o di una Kriek si applica sul diverso ingrediente protagonista ovvero la prugna. Il frutto è posto a macerare (Altesse e Opal le varietà impiegate) in botti giunte all’anno e mezzo d’età, per poi assemblare il tutto con altre  partite di produzione (sia più vecchie sia più giovani) al fine di innescare, dopo il rapido trasferimento in bottiglia, processi di rifermentazione e presa di carbonazione.

All’assaggio, il risultato è quello di una mescita dal colore dorato, dalla grana visiva dosatamente velata, dalla schiuma esuberante in avvio per poi uscire alquanto rapidamente di scena; dotata di connotati odorosi sì selvatici (animale, fenolico, muffito, lattico), ma delicati (alla briglia specialmente il gastrico e l’acetico: solfidrico quasi non pervenuto) e soprattutto amalgamati tanto a temi fruttati (sia da aggiunta diretta sia da esterificazione: albicocca, ad esempio), quanto a cessioni del legno (tabacco, ad esempio). Stesso contegno di gran tatto anche alla sorsata: facile grazie alla moderazione che ispira grado alcolico (5.4), corporatura (leggera), carbonazione (brillante ma sorvegliata), acidità complessiva e appendici tanniche allegate al piacevole finale asciutto. Bicchiere elegante.

Quetsch Watergeus del birrificio Vandenbroek

Nazione: Olanda
Fermentazione: spontanea
Stile: Sour Fruit Ale
Colore: dorato
Gradi alcolici: 5.4% vol.
Bicchiere: calice a chiudere
Temperatura di servizio: 10-12 °C