Ti sarà inviata una password tramite email.

Letti per voi: Guida alla birre d’Italia 2011


Titolo: Guida alle birre d’Italia 2011
Autori: Vari

Editore: Slow Food Editore
Pagine: 336
Prezzo: 15,00
Anno: 2010
ISBN: 9788884992093

Nuova edizione per la guida firmata Slow Food che ha l’arduo compito di recensire e segnalare le migliori birre artigianali italiane. Arduo, perché la costanza produttiva è una qualità che possiedono pochi microbirrifici e dunque diventa effettivamente problematico dare un giudizio “oggettivo” fondato semplicemente su un assaggio soltanto. Apprezzabile dunque la scelta di affidarsi ad esperti conoscitori del territorio per una valutazione in più fasi, comprensiva di visita al birrificio. Condivisibile anche la scelta di inserire soltanto quelle produzioni che dimostrano di avere una certa stabilità e un prodotto quasi sempre privo di difetti (vincolo che lascia molte produzioni senza voto). Nelle fondamenta dunque la Guida appare migliorata, più solida rispetto alla scorsa edizione, poi ovviamente, come tutti i volumi di questo tipo, si può discutere in eterno sulla valutazione di una singola birra.

Ma veniamo alla struttura della guida: una scheda racconta l’azienda e le birre prodotte sono descritte e valutate con un voto che va da una stella fino al massimo di cinque. In questa edizione sono cinquantacinque le birre “superlative” che hanno ottenuto il massimo dei voti. Oltre alle descrizioni dei birrifici selezionati e delle birre, la guida offre anche sezioni dedicate alle tecniche, agli stili e alla comunicazione sul web. Un volume dunque migliorato, in grado di tastare il polso al mondo della birra artigianale e offrire, a chi volesse destreggiarsi tra le produzioni degli oltre 300 microbirrifici italiani, una panoramica completa con 1.092 birre elencate, oltre 600 delle quali valutate con note degustative.


Il curatore

LUCA GIACCONE
Nato nel 1974 a Cuneo, dove vive e lavora nella locale Biblioteca Civica. La passione per la birra nasce negli anni novanta, in contemporanea alla nascita dei microbirrifici artigianali, grazie soprattutto all’amicizia personale con alcuni birrai. Da allora molti viaggi, soprattutto in Belgio, Inghilterra, Germania, Repubblica Ceca, e… molte birre! Oggi è coordinatore nazionale dei docenti di birra all’interno del progetto Master of Food di Slow Food, per Unionbirrai è assaggiatore ufficiale nelle competizioni e docente nei corsi per degustatori di birra. Scrive sulla rivista Slowfood e su pubblicazioni di vario genere ad argomento, ovviamente, birra.