Ti sarà inviata una password tramite email.

Tartufi di cioccolato al panettone con scorza d’arancia e granella di pistacchio

Un’idea golosa per ricuperare il panettone avanzato dalle feste è quella di utilizzarlo come ripieno di tartufi di cioccolato, per addolcire un fine pasto o una pausa caffè. Per l’impasto serviranno: 400g di panettone, 150g di panna fresca, la scorza grattugiata di un’arancia. Per la copertura invece: 2 cucchiai di cacao amaro, 150g di cioccolato fondente e infine per guarnire della granella di pistacchi. Iniziamo accendendo il forno a 180°. Sbricioliamo grossolanamente con le mani le fette di panettone su una teglia o placca da forno e inforniamo per una decina di minuti fino a che non sarà ben tostato. Lasciamolo raffreddare e in una ciotola capiente, aggiungiamo la scorza dell’arancia grattugiata e la panna. Impastiamo con le mani fino a quando il composto risulterà ben amalgamato. Formiamo delle palline grandi quanto una noce, passandole nel cacao amaro e disponiamole su carta forno. Nel frattempo sciogliamo il cioccolato fondente a bagnomaria, aggiungendo poca panna se necessario: dovrà risultare una glassa al cioccolato molto vellutata. Tuffiamo dentro le palline con l’aiuto di uno stecchino. Scuotiamole dal cioccolato in eccesso e posiamole su carta da forno. Decoriamo con trito di pistacchio e mettiamo i tartufi in frigo per almeno un’ora.

Questo goloso dolcetto aggiunge alle caratteristiche del Panettone, note di cioccolato e frutta secca. Dobbiamo cercare una birra dalla spalla maltata, con sentori di caramello, note fruttate e vagamente torrefatte, amari pacati, una buona stazza etilica e un corpo sinuoso. Un ritratto che potrebbe raffigurare quello di un barley wine, soprattutto se consideriamo il bonus di una leggera maderizzazione generata dall’invecchiamento che rafforza il feeling con note di sherry.