Birra Messina: un concorso per la futura grafica

Nuova offeBirra Messinansiva, nella vicenda della Birra Messina, a sostegno dell’iniziativa avviata da parte di 15 dipendenti dello stabilimento (che ha cessato la produzione nel 2011, per decisione del proprietario, la società Triscele), di costituirsi in cooperativa per voltare definitivamente pagina e non lasciar morire un’esperienza come quella siciliana. Obiettivo dei lavoratori è duplice: non solo riavviare i motori dell’impianto (generando occupazione e stipendi); ma anche portare a buon fine una trattativa con il Gruppo Heineken (che ne detiene tuttora i diritti) sulla questione cruciale del marchio storico (Messina appunto). Avere la possibilità di utilizzare elementi identificativi forti sarebbe infatti infatti decisivo in ordine alle aspettative di successo dell’operazione di rinascita della fabbrica peloritana.

Ebbene, ora, a supporto di tale speranza, si è mossa l’associazione di promozione sociale Terra Nostra: da un lato, con un piano di divulgazione mediatica ad ampio spettro, per richiamare l’attenzione generale sulla situazione in essere, puntando in particolare i riflettori sulla strada coraggiosamente intrapresa dal manipolo degli ex operai; e inoltre con il lancio di un bando di concorso, denominato La Birra della tua Terra. Ai partecipanti si chiede di elaborare una proposta concernente proprio la grafica e il nome della futura birra: in palio, una fornitura della stessa e un boccale in ceramica con le insegne della Messina 2.0.