Ti sarà inviata una password tramite email.

Parigi da bere: L’Academie de la Biere

Vista la stagione estiva (ma, al momento, fa freddo e dormo ancora col piumone) la redazione di Fermento Birra ha pensato di fare un break nella rubrica dedicata alla scienza per consigliare ai turisti qualche locale birraio parigino. Le mie preferenze vanno, senza ombra di dubbio, all’Academie de la Biere, la più fornita brasserie di Parigi. Dagli inizio degli anni ’60, questo locale serve birre e piatti semplici ad un pubblico variegato, ma mai snob.Prima di tutto vediamo dove si trova: 88 bis, Bd de port Royal nel 5° Arrondissement. Per chi vi si reca coi mezzi: uscite dalla fermata dell’RER B (che passa anche per il pieno centro) a Port Royal. C’è una sola uscita, non potete perdervi. Girate a sinistra, scendete lungo il Bouvelard e dopo un centinaio di metri trovate il locale sulla vostra sinistra. Si può bere e cenare all’interno o nell’ampia terrasse sul marciapiede, dov’è consentito fumare (ma voi non fumate che fa malissimo).

academie

Importante: è aperto e serve da mangiare (e bere) dalle 10 alle 2 di mattina (venerdì e sabato fino alle 3). Il personale è simpatico, cordiale, alla mano e, incredibile da queste parti, poliglotta (hanno qualche difficoltà con l’italiano, ma inglese e spagnolo senza problemi). All’interno tavoli di legno, anche tavoloni, a volte un pò addossati gli uni agli altri e panche. All’esterno tavoli più comodi e sedie impagliate. Tovagliette di carta, menu chiaro, pane a volontà e non manca neanche la salvietta al limone per pulirsi le dita dopo aver mangiato le cozze (vedi oltre). A volte risulta rumoroso ma, come ripeto, è frequentato da studenti, famiglie, professionisti, raramente da turisti.

Ma veniamo alle birre: ne hanno una dozzina alla spina, per lo più belghe, tra cui spiccano Westmalle, Saint Feuillien e Maredsous (sia la blonde sia l’ambree). In bottiglia c’è quasi tutto quello che sognate. La cucina spazia dai salumi ad un’ottima carbonade, oltre alle consuete bistecche e wurstel. Ottime le patatine fritte. La specialità del locale però sono le cozze (mules), consegnate ogni giorno e accompagnate dalle patatine. I dolci sono di produzione propria e consiglio la tarte tatin, fatta con tutti i crismi.Quanto si spende? Per essere a Parigi i prezzi sono abbordabili. La pinta costa 8 euro, ma in orari di Happy Hour (15:30 – 19:30) ne costa solo 5,50. Per le birre in bottiglia dipende dalle marche. Mangiare non costa tanto, per cui in totale ve la cavate con una trentina di euro.
Nei dintorni, fate sfoggio di cultura ammirando, dall’altra parte della strada, quanto resta dell’Abbazia di Port Royal, dove risiedeva il filosofo Blaise Pascal e dove esisteva una famosa scuola di ostetricia. Una volta usciti dal locale, girando a sinistra potete scendere lungo il Boulevard per andare ad ammirare, dopo pochi metri, l’Abbazia di Val de Grace, con annesso ospedale. Molto ben conservata, presenta un colpo d’occhio notevole.

Oppure girate a destra, risalite verso la fermata dell’RER B, proseguite ammirando sulla vostra destra i Giardini del Lussemburgo (in fondo: il Senato). Se ci andate di giorno potete poi utilizzare l’Academie de la Biere per dissetarvi. Sulla sinistra, invece, l’Osservatorio (il più antico del mondo ancora in funzione), dove passa il Meridiano di Parigi, che segnava il tempo ufficiale prima che Greenwich ne prendesse il posto. Proseguite lungo Boulevard Montparnasse e vi trovate in quello che una volta si chiamava il Carrefour Vavin, crogiuolo di intellettuali da Picasso a Hemingway a Man Ray che si trovavano ai ristoranti Le Dome e La Cupole. Scendete la stradina sulla deèe’ morto. La moglie il giorno dopo si è gettata nella tromba delle scale… Urge un’altra birra).Insomma, l’Academie de la Biere  è il miglior locale parigino per gli amanti della birra, vi si beve bene e mangia dignitosamente a prezzi modici, in un’atmosfera cordiale e alla mano. I dintorni valgono la visita e la combinazione con una sosta alla brasserie dovrebbe far parte delle vostre vacanze parigine.

Santè!

 

Info:
Academie de la Biere
tel. 01.43.54.66.65
(prenotazione consigliata)
di Francesco Visioli