Fermento Birra Homebrewing Contest 2023: i vincitori

Domenica 15 Gennaio si è svolta la prima edizione del Fermento Birra Homebrewing Contest: presso il Tuscany Hall di Firenze, durante la manifestazione Birraio dell’Anno, 15 giudici hanno valutato le 61 birre inviate dagli homebrewer di tutta Italia.

Le birre sono state organizzate in 6 tavoli, cercando di garantire una vicinanza stilistica per le birre che venivano valutate allo stesso tavolo da due giudici. Lo schema di valutazione è quello delle schede BJCP che i giudici hanno compilato con attenzione cercando di inviare dei feedback utili agli homebrewer relativamente alla birra da loro iscritta al concorso.

Questi i tavoli delle eliminatorie:

  1. English & Irish Beer (primo posto per la Dark Mild #02 di Roberto Chieppa)
  2. German Ale & Lager (primo posto per la Helles Bock #45 di Valentino Angelini)
  3. Strong Ale (primo posto per la Imperial Stout #32 di Matteo Cazzola)
  4. APA & IPA (primo posto per la IPA #64 di Francesco Ganau)
  5. IGA, Spiced, Wild & Specialty Ale (primo posto per la Wild Specialty Beer #35 di Raffaello Marcionetti)
  6. Belgian Beer (primo posto per la Belgian Single #57 di Marco Fiducia)

Dai tavoli delle eliminatorie sono state individuate le due birre che hanno ricevuto il voto più alto. Unica eccezione per il tavolo APA & IPA, dove la seconda classificata non ha superato il voto di 30 e quindi non è stata portata alla fase successiva.

Le 6 birre uscite dai tavoli 1,2, 3 e le 5 dei tavoli 4,5,6 sono state portate ai due miniBOS (Best Of Show) dove sono state valutate dai giudici senza la compilazione di schede. I giudici hanno selezionato le migliori (2 per il primo miniBOS, 3 per il secondo miniBOS) che sono arrivate al BOS finale.

IL BOS finale ha decretato la seguente classifica:

  1. Belgian Tripel # 55 di Adriano Bresciani
  2. German Pils #04 di Alessio Giancola
  3. Wild Specialty Beer (Saison con salvia + Brett) # 35 di Raffaello Marcionetti
  4. Dark Mild #02 di Roberto Chieppa
  5. Spice, Herb & Vegetable Beer (Saison con aggiunta di ibisco, sale dolce di Cervia, allora, miele millefiori) #39 di Davide Mazzavillani

Come si evince dal dettaglio dei voti pubblicato nel pdf scaricabile, La Belgian Tripel che ha vinto non è la birra che ha ricevuto ai tavoli il punteggio più alto tra quelle presenti al BOS finale. 

Sebbene possa sembrare strano, questo è normale ed è proprio la ragione per cui in questo tipo di concorsi non si confrontano i punteggi ricevuti tra le birre ai diversi tavoli, ma si prendono le migliori di ogni tavolo per poi confrontarle tra loro in uno step successivo, senza assegnare voti ma unicamente un ordine di preferenza in base all’equilibrio complessivo e all’aderenza allo stile in cui la birra è stata iscritta.

Questo evita che si piazzino tra le posizioni alte della classifica finale del concorso birre provenienti da un unico tavolo in cui i giudici tendono ad assegnare voti relativamente più alti, e magari nessuna da un tavolo in cui si sono seduti giudici più “severi”.  

È stato decretato anche il miglior Brewing Team, premio assegnato in base alla media dei voti delle birre ricevute dal team. Il Brewing Team è un gruppo formato da almeno 2 componenti. A questa edizione hanno gareggiato 3 Brewing Team. Ecco la classifica finale:

  1. AHB Ticino
  2. Trinacria Homebrewers
  3. Homebrewers Fiorentini

I premi:

  • Primo premio – Buono da 120 euro da spendere in materie prime e attrezzature nel sito Mr Malt
  • Secondo premio – Buono da 50 euro da spendere in materie prime e attrezzature nel sito Mr Malt
  • Terzo premio – Buono da 30 euro da spendere in materie prime e attrezzature nel sito Mr Malt
  • Miglior Brewing Team – Box con selezione birre a cura di Pronto Birra

 

Complimenti a tutti i partecipanti!

Chi fosse interessato a partecipare alla prossima edizione può iscriversi alla lista di attesa per essere tempestivamente avvertito.