Faccia da nano, il bizzarro concorso della Gilda dei Nani Birrai

Quando la comunicazione social diventa promozione autoironica: un registro che, davvero, non fa mai male usare, almeno ogni tanto. Faccia da nano è il titolo dell’iniziativa lanciata in questi giorni da La Gilda dei nani birrai, la microbrerwery pisana una cui caratteristica è, appunto, di abbinare ciascuna delle proprie etichette alla figura di un nano, di quelli tipici delle saghe fantasy.

nano

Si tratta dunque di volti pittoreschi, dai tratti marcati, curiosi, talvolta bizzarri. Ebbene, il gioco proposto dal marchio toscano è questo: se qualcuno pensa di avere un aspetto rassomigliante a uno dei personaggi scelti dalla Gilda (Delphus, Ferus, Fattus, Vaporis, Draconis; e accanto a loro anche Kinzy, la sola protagonista femminile della serie, per ora), può immortalare le proprie fattezze in una foto e condividerla su Instagram utilizzando gli hashtag #facciadananoGNB o #gildananibirrai.

Gli scatti realizzati fino al 30 giugno (questa la scadenza) saranno valutati da una giuria (di mastri birrai); e alla più divertente sarà dato riconoscimento con un doppio premio: un cartone da 6 bottiglie da 75 cl e una t-shirt ufficiale del birrificio. Una delle possibilità più spiritose per mettersi in gioco? Passare dal locale di somministrazione del birrificio (il beerpub Il Mediceo, in centro città) e farsi un selfie direttamente accanto alla sagoma del nano che sorveglia la porta d’ingresso. Per ulteriori informazioni, consultare il sito Internet o la pagina Facebook de La Gilda.