Ti sarà inviata una password tramite email.

A cena a Casa Baladin

Come cominciare una nuova rubrica dedicata ai locali con la carte della birra se non dal ristorante birraio per eccellenza, quel Casa Baladin ennesimo frutto del genio di Teo Musso. Nella possibile abitazione di Teo siamo accolti da un dehor che ci accompagna all’entrata del ristorante, una corta scala di metallo e pietra ci fa accedere al piano superiore dominato da un ampio salone con soppalco da cui sulla sinistra si aprono le porte delle tre camere. Sempre sulla sinistra ma al nostro livello c’è la sala del ristorante: tavoli ovali e quadrati, sedie diverse ma accoppiate, un Arco della Flos, due lampadari minimalisti e uno piccolo con cristalli; alle pareti quadri etnici in cornici moderne (argento e bronzo).


Ma veniamo alla cucina. La scelta è caduta come antipasto su una variazione di Fassone. Accompagnati da una Wayan si parte dal bollito sfilacciato (foto a sinistra), tenero e gustoso per la presenza di chicchi di sale, si prosegue con il pollo in carpione di piemontese tradizione, saporito e non stucchevole, si passa alla carne di fassone battuta al coltello e accompagnata dal gelato alla senape per finire con il mini hamburger al sangue. Ho saltato il primo, non perché non mi attirassero, ma perché proprio non ce la potevo fare (perdonatemi ma vivo costantemente al ristorante e devo sapermi limitare) e sono passato alla scottona di fassone accompagnata da una Erika, birra  caratterizzata in modo originale dalle  note di caramello e tamarindo bilanciate da luppoli inglesi. Per la rifermentazione e l’affinamento in bottiglia si utilizza una melata d’abete di Thun per conferire un impronta aromatica decisa, ma comunque equilibrata. La carne ha un’ottima cottura, perfetto l’abbinamento con il riso selvaggio, i fagiolini al dente e la purea di melanzane, anche il piatto rispecchia l’equilibrio dolce e amaro delle birra e si abbina perfettamente.


Per finire un gelato alla liquirizia accompagnato da un tortino al pistacchio di Bronte, sapore del sud nel profondo Piemonte! 

Il ristorante offre un menù degustazione di circa sei portate con birra compresa a 60 euro, prezzo veramente interessante considerata la qualità di birra e cucina. Si possono degustare tutte le birre Baladin e Lurisia.

 di Terry Nesti

DOVE
CONTATTI
Piazza 5 Luglio, 34
12060 Piozzo (Cuneo)
Piemonte
Per prenotazioni e info sui prezzi
0173-795239
PREZZI
Ristorante: il menù fisso è costituito da sei portate abbinate ad altrettante birre Baladin. Il conto è di 60 euro


L’albergo: la camera doppia, compresa la colazione, costa 120 euro
Aggiungendo 10 euro è possibile usufruire del bagno turco

Dall’archivio di Fermento Birra:
Casa Baladin: l’ultima follia targata Teo Musso