La birra in Repubblica Ceca

Con una produzione annua non inondante (20 milioni di ettolitri), ma con un consumo pro capite che (con 143 litri sul ciclo dei 1 mesi) è ancora il più elevato in assoluto, la Repubblica Ceca rappresenta senza ombra di dubbio, nel settore birra, uno dei Paesi di riferimento a livello mondiale. Ma il ruolo le spetta anche per il rilievo avuto nella storia della nostra bevanda: non fosse altro per aver dato i natali allo stile, la Pilsen, che, come abbiamo visto, ha contribuito a rivoluzionare i costumi dei consumatori e a indirizzare lo sviluppo del settore verso gli assetti (ad esempio un netto predominio, a livello dimensionale, della bassa fermentazione) che abbiamo ben presenti ai giorni nostri.

Quanto alle caratteristiche odierne del mercato boemo – il cui scenario presenta circa 400 marchi in attività, tra i quali non solo realtà industriali, ma anche molte di taglia piccola, di stampo artigianale – e alle sue categorie stilistiche, è proprio su questo terreno che iniziamo ad addentrarci, facendo iniziale la nostra rassegna proprio con le versioni ceche delle Pilsen, tipologia che accomuna le colture brassicole del Paese slavo e della vicina Germania.

Gli stili cechi:

Dove bere in Repubblica Ceca:

 

Le birre ceche degustate