Ti sarà inviata una password tramite email.

Birrificio Hofbräuhaus

Staatliches Hofbräuhaus München; o, più semplicemente, Hofbräuhaus; o, ancora più stringatamente, HB. Forse, nell’immaginario collettivo, il marchio monacense più rappresentativo. Letteralmente, la denominazione per esteso significa Birrificio nazionale della corte in Monaco; e fa riferimento alle origini della compagnia: lo stabilimento – che oggi probabilmente costituisce la seconda attrazione turistico-brassicola della capitale dopo l’Oktoberfest (cui la stessa HB è ammessa, insieme a cinque soli altri produttori: Augustiner, Paulaner, Hacker-Pschorr, Spaten e Löwenbräu) – fu costruito nel 1589 dal duca Guglielmo V per il proprio esercito e aperto al pubblico solo nel 1828, sotto il re Luigi I. Nel 1897 la compagnia diviene proprietà statale e l’impianto (situato nella parte retrostante dell’edificio) si trasferisce in periferia, facendo spazio a una nuova grande sala per gli ospiti.

Qui, negli anni dieci del XX secolo si riuniscono i rivoluzionari di sinistra; ma sempre qui, nel 1920, Adolf Hitler tiene uno dei suoi primi comizi, enunciando i 25 punti programmatici del Partito dei Lavoratori tedeschi (DAP), destinato a diventare, in marzo, il Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori tedeschi (NSDAP). D’impianto stilistico tradizionale, la gamma targata Hofbräuhaus trova larga diffusione nel mondo anche attraverso un nutrito numero di locali di proprietà: un circuito che presidia piazze quali Genova, Berlino, New York e Shangai.

Informazioni e contatti

Hofbräuallee 1, Monaco
Baviera
0049 (89) 921050
www.hofbraeu-muenchen.de