Ti sarà inviata una password tramite email.

Villaggio dell Birra 2009: il report

Durante il primo week end del mese siamo stati a Bibbiano (Siena) per seguire un appuntamento ormai segnato in rosso, come le festività comandate, nel calendario del birrofilo. Villaggio della Birra ha raggiunto, dopo quattro edizioni, la sua dimensione ideale: un appuntamento dai grandi contenuti, ben collaudato, estremamente godibile. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un festival dedicato alla cultura brassicola belga e italiana. Grazie ai contatti, o meglio, all’amicizia tra l’organizzatore Gianni Tacchini, importatore di birra belga (birrerya.com) e i birrai fiamminghi e valloni, un angolo delle crete senesi ogni anno ospita alcuni dei più noti birrai belgi che, con grande passione e umanità, per due giorni spillano e rispondono alle domande di curiosi ed esperti. Achilles, Boelens, Cazeau, De Leite, Den Hopperd, Hofbrouwerijke, St. Canarus, Rulles, De Ranke e Kerkom le birrerie provenienti dal Belgio per l’edizione 2009.

Ed è proprio questo l’ingrediente principale che rende unica la ricetta del Villaggio della Birra: la presenza di grandi birrai belgi che partecipano ad una festa dal carattere calorosamente familiare. Sentiamo cosa ne pensa a proposito Kris Boelens grande (in tutti i sensi) birraio della Boelens Brouwerij intervistato da Moreno Ercolani, birraio del Birrificio L’Olmaia, ospite fisso tra i birrifici italiani del Villaggio.

Molti i personaggi del mondo della birra artigianale che abbiamo incontrato al Villaggio, primo fra tutti Kuaska, che assieme al giornalista scrittore Tim Webb ha dato vita a laboratori veramente interessanti vista la caratura internazionale dei conduttori e dei birrai presenti. Fra gli amici birrai e i tanti volti noti abbiamo intercettato Alessio Gatti, che ci ha ufficializzato il suo passaggio da birraio del Bruton (Lucca) al birrificio Birra del Borgo (Rieti), svelandoci anche un’appetitosa news… ecco la video intervista:

Il Villaggio non ha dimenticato neanche l’homebrewing, con due appuntamenti interessanti come la birrificazione pubblica a cura dell’associazione culturale Ars Birraria che ha visto anche la partecipazione di Laurent Agache della Brasserie de Cazeau (nel prossimo numero report e ricetta) e l’incontro con i birrai casalinghi realizzato da Mobi, con Kuaska e Schigi alle prese con assaggi e avvelenamenti vari, affiancati dal mitico birraio Nino Bacelle della Brouwerij De Ranke ad ulteriore testimonianza dell’interesse e della partecipazione attiva dei belgi.

Alla prossima edizione!