La birra da estratto luppolato: introduzione

I kit pronti rappresentano un’ottima opzione per chi vuole avvicinarsi al mondo della produzione casalinga di birra. Consentono di prendere confidenza con il processo di produzione in modo semplice e immediato. Ovviamente non si ha la libertà di costruire una ricetta o personalizzare la birra come si preferisce, ma la semplicità e l’immediatezza nell’utilizzo rappresentano la principale attrattiva di questo metodo.

I kit con estratto luppolato sono in assoluto i più semplici da gestire: è sufficiente aprire la lattina, svuotare il contenuto in un fermentatore, aggiungere zucchero, un po’ di acqua, lievito, e il gioco è fatto. Il problema è che spesso ci si avvicina a questa soluzione senza la minima cognizione di causa. Si cerca a tutti i costi di personalizzare le ricette proposte dai kit aggiungendo gli ingredienti più assurdi nella speranza di migliorare il prodotto finito. Purtroppo nella migliore delle ipotesi verrà invece peggiorato e spesso reso addirittura imbevibile, con conseguente crisi depressiva dell’aspirante birraio casalingo.

È quindi sbagliato iniziare dai kit luppolati? No, anzi. Partire dai kit aiuta a focalizzare l’attenzione su passaggi importanti come la sanitizzazione dell’attrezzatura e l’imbottigliamento. Queste fasi della produzione sono infatti le medesime sia per chi produce birra con i kit sia per chi lo fa con procedimenti più avanzati. Si riduce anche l’attrezzatura necessaria e quindi l’investimento iniziale: con poco più di un centinaio di euro si acquistano tutti gli accessori necessari alla produzione. Inoltre, la maggior parte dell’attrezzatura potrà essere utilizzata anche quando si passerà a tecniche di produzione più complesse.

Insomma: con un po’ di attenzione si possono produrre birre decenti anche dai kit luppolati. Tuttavia, l’aspetto più importante di questo metodo non è tanto il prodotto finale ma l’opportunità di fare pratica con l’attrezzatura e il procedimento. Alcuni kit sono meglio di altri, ma dagli estratti luppolati non nascono certo dei capolavori. Diciamo che un paio di kit aiutano a prendere confidenza con attrezzatura e processo, ma rappresentano solo un passaggio verso altre mete. L’importante è non lasciarsi troppo prendere dagli istinti creativi cercando invece di imparare il più possibile strada facendo. Vediamo come.  

<<                              INDICE                              >>